Home About us Headquarters
Headquarters PDF Print E-mail

The former Church of San Francesco di Paola and the attached Convent of the Minims were built in 1705 by the Order of the Fathers Minims, also called “Paolotti.” Recently restored by the Municipality of Syracuse with E.U. funding, they were assigned as the seat of ISISC and OPCO in the spring of 2010. The formal dedication ceremony took place on December 4, 2010.

The buildings were confiscated by the State after the Italian law of 1866 decreeing the suppression of religious orders. The Convent was assigned to the City which turned it into a public school. The Church, however, remained open for worship. In the 1920s, the City made a trade: it gave the Church of the Pantheon to the Curia of Siracusa in exchange for the Church of San Francesco di Paola, which was added to the school.

Restoration work was started some eighty years later. The Convent’s structure was well preserved, but not much remained of the Church except for the two side altars, which were adorned with plaster sculptures, probably of the Serpotta school of sculpture.

The Convent’s inner courtyard features an underground passage that leads to the sea. The tunnel — called the Hypogeum of Saint Philip — has overlapping vestiges of the Classic, Jewish, and Christian periods, dating back three thousand years. During World War II, the Hypogeum served as an air-raid shelter.

***

La ex-Chiesa di San Francesco di Paola e l’annesso Convento dei Minimi furono edificati nel 1705 dai Padri Minimi o Paolotti. Recentemente restaurati dall’Amministrazione Comunale di Siracusa con fondi dell’Unione Europea, sono stati concessi in uso all’ISISC e all’OPCO dalla primavera del 2010. La cerimonia di inaugurazione ha avuto luogo il 4 Dicembre 2010.

A seguito della legge di soppressione degli ordini religiosi del 1866, i beni dei Minimi furono incamerati dallo Stato. Il Convento fu quindi assegnato al Municipio che lo trasformò in scuola pubblica, mentre la Chiesa restò aperta al culto. Quando il Comune di Siracusa, negli anni ’20 del ‘900, cedette alla Curia di Siracusa la Chiesa del Pantheon, ebbe in cambio la Chiesa dei Minimi, che trasformò in aule distruggendo irrimediabilmente l’edificio con l’edificazione di muri e la suddivisione dello spazio un tempio adibito a chiesa.

I recenti lavori di restauro, pur lasciando la configurazione novecentesca, hanno ridato visibilità ad alcune strutture settecentesche del Convento risultate ben conservate, ma nella Chiesa, oltre ai due altarini laterali, impreziositi da sculture in stucco di probabile scuola serpottiana e parzialmente recuperati, non è restato nulla di visibile.

All’interno del complesso si trova il cosiddetto Ipogeo di S. Filippo: un passaggio sotterraneo che, con il suo straordinario pozzo rituale e le sovrapposizioni classiche, ebraiche, cristiane, belliche — in quanto utilizzato ai tempi della Seconda Guerra Mondiale come ricovero antiaereo — è ricchissimo di tante testimonianze accumulatesi in trenta secoli di storia.

 


          left to the new ISISC website
Courtesy of Go Mylo Countdown

Devolvi il Tuo 5x1000 a ISISC

Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (...)"

Inserisci il Codice Fiscale 80001810896

UN RSS

Historical Pictures